Assicurazione sanitaria in Italia

Volete trasferirvi in Australia? Per scoprire una nuova cultura, per un’opportunità professionale o per ripartire da zero? Volete saperne di più sui costi dell’assistenza sanitaria, sulle vaccinazioni necessarie o sull’accessibilità delle cure? Mondassur risponde a tutte le vostre domande in questo articolo sulla salute in Australia.

rimborso-cura-ottica-estero

Il sistema sanitario in Australia

Annoverata tra i primi 10 sistemi sanitari al mondo, l’Australia dispone di un’infrastruttura sanitaria all’avanguardia e di personale sanitario qualificato. Il governo garantisce a tutta la popolazione l’accesso all’assistenza sanitaria gratuita. Da un lato, l’Australia dispone di un piano nazionale di assistenza farmaceutica per consentire ai pazienti di ridurre i costi sanitari. D’altra parte, il governo incoraggia la popolazione benestante a cercare assistenza sanitaria privatamente e tassando eccessivamente i non assicurati. Queste tasse vengono utilizzate per finanziare la parte della popolazione più povera che non può permettersi di accedere all’assistenza sanitaria.

Come funzionano il sistema sanitario e le assicurazioni locali in Australia?

Dal 1984, il sistema sanitario australiano si basa su un sistema di assicurazione sanitaria chiamato Medicare. Si tratta di un programma di assicurazione sanitaria universale riservato esclusivamente ai cittadini australiani e agli stranieri con status di residenti permanenti. Questo sistema di assicurazione sanitaria universale offre ai cittadini e ai residenti permanenti l’accesso gratuito alle cure ambulatoriali e ospedaliere. Fornisce inoltre accesso gratuito o minimamente sovvenzionato a servizi dentistici, optometrici e psicologici. Questa copertura universale può applicare sconti in alcuni casi per i trattamenti effettuati da specialisti: fisioterapisti, dietologi o logopedisti. Medicare è finanziato dalle imposte sul reddito dei lavoratori australiani con un reddito superiore a una certa soglia (fino al 2% dello stipendio).
Le prestazioni coperte da Medicare sono:

  • Consultazioni con un medico generico o uno specialista
  • Ricoveri ospedalieri;
  • Trattamento prescritto dal medico (esami, visite, interventi chirurgici, ecc.);
  • Esami oculistici eseguiti da optometristi.

Altri trattamenti sono rimborsati da Medicare solo a determinate condizioni.
Alcuni Paesi come Belgio, Svizzera, Italia e Regno Unito hanno firmato accordi bilaterali con l’Australia. Pertanto, gli espatriati di questi Paesi possono beneficiare in parte di Medicare direttamente. Tuttavia, la copertura offerta è meno interessante di quella disponibile per i cittadini australiani o i residenti permanenti: solo le cure essenziali saranno coperte da Medicare.

Perché acquistare un’assicurazione internazionale privata per gli espatriati in Australia?

  • L’acquisto di Medicare durante l’espatrio richiede l’ottenimento dello status di residente permanente. In attesa di ottenere lo status di residente permanente, si consiglia vivamente di stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale che copra il periodo in cui non si avrà ancora accesso a Medicare.
  • Si consiglia vivamente di stipulare un’assicurazione complementare a Medicare in ogni caso, in quanto copre solo in parte le cure non essenziali come l’assistenza paramedica. I tassi di rimborso di Medicare sono interessanti per le consultazioni standard dei medici di base e per i ricoveri d’urgenza.

Come si ottiene lo status di residente permanente in Australia?

Per richiedere la copertura sanitaria universale tramite Medicare, è necessario ottenere lo status di residente permanente. Ottenere questo status non è facile, poiché solo alcuni visti consentono di ottenere lo status di residente permanente:

  • Ottenere un visto di lavoro che consenta di ottenere lo status di residente permanente (non tutti i visti concedono lo status). Ottenere un visto di lavoro per ottenere lo status di residente permanente è piuttosto complesso in Australia. Ad esempio, per il visto Employer Nomination Scheme 186, dovrete essere sponsorizzati dal vostro datore di lavoro australiano. Le spese sono piuttosto elevate e l’elaborazione delle domande può richiedere fino a 20 mesi. Se non avete ancora un datore di lavoro, la domanda di visto può essere elaborata nell’arco di 36 mesi;
  • Ricongiungimento” per una coppia in cui uno dei due è residente permanente o se il genitore o il figlio è cittadino australiano;
  • Oppure diventare un residente permanente per la pensione: il governo ha previsto un percorso per i pensionati stranieri per iscriversi a Medicare sulla base di criteri che ne definiscono l’idoneità.

Quali vaccinazioni devo fare prima di trasferirmi in Australia?

Non appena si conosce la data di partenza per l’Australia, si consiglia vivamente di fissare un appuntamento con il proprio medico per rivedere le vaccinazioni. Aggiornate le vaccinazioni standard per poter partire in tutta tranquillità. Non ci sono malattie locali che richiedono la vaccinazione per l’Australia. Controllare che i seguenti vaccini siano aggiornati:

  • Difterite
  • Tetano
  • Poliomielite
  • Epatite A e B

Se visitate il Sud America, dovete vaccinarvi contro la febbre gialla, poiché l’Australia richiede un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori provenienti da Paesi in cui la febbre gialla può essere trasmessa.
Se avete intenzione di viaggiare nelle zone rurali della parte più settentrionale dell’Australia, vi consigliamo di vaccinarvi contro l’encefalite giapponese.

Come si fa a consultare un medico di base o uno specialista in Australia?

Consultazione con il medico di famiglia

Per recarsi da un medico di base in Australia, si consiglia di prendere un appuntamento in anticipo piuttosto che andare senza. Per scegliere il vostro medico, potete ottenere una raccomandazione da un ufficiale medico sul sito web della vostra ambasciata in Australia. Potete anche consultare i forum o i gruppi privati di espatriati che vi consiglieranno un medico di base in base alla loro esperienza.
In Australia, i medici di base non prescrivono mai più farmaci di quelli necessari. Al contrario, per le comuni malattie minori come il raffreddore, ecc. vi incoraggeranno a riposare e a bere molta acqua per curare la malattia in modo naturale. Tuttavia, non esiteranno a prescrivere antibiotici o farmaci se la vostra condizione lo richiede davvero. Il costo di un consulto standard con un medico generico varia da 35 a 60 dollari australiani (30-45 euro).

Consultazione con un medico specialista

Per consultare un medico specialista, è necessario rivolgersi al medico di famiglia o direttamente all’ospedale. Se il medico di famiglia ritiene che sia necessario rivolgersi a uno specialista, scriverà una lettera di referenza da consegnare allo specialista al momento della visita. Senza questa lettera di referenza, il paziente non potrà essere rimborsato dalla propria assicurazione.
Il costo medio di un consulto con uno specialista è di 160 dollari australiani per il primo consulto e di 60 dollari australiani per i consulti successivi.
In Australia, le consultazioni e le visite oculistiche vengono effettuate direttamente da un optometrista. Il medico prescriverà gli occhiali o le lenti a contatto. In seguito, vi recherete da un ottico che vi darà ciò di cui avete bisogno. Il costo medio di un consulto con un optometrista è compreso tra 50 e 70 dollari australiani.

Studi medici in Australia

In Australia si trovano molti studi medici con un’ampia gamma di operatori sanitari, come medici generici, pediatri, ginecologi, psicologi, infermieri ecc. A volte si tratta di medici generici specializzati anche in pediatria, maternità ecc. Talvolta si tratta di medici generici specializzati anche in pediatria, maternità, ecc. I medici specializzati in un secondo settore medico limitano il ricorso a medici specialisti quando non è necessario.

Ospedali in Australia

In Australia è possibile rivolgersi a ospedali pubblici o privati per farsi curare. Alcuni ospedali sono specializzati nell’assistenza ai bambini, alla maternità, ecc. Tuttavia, la maggior parte di questi ospedali si trova vicino alle grandi città. Se vi spostate nel bush australiano, l’accesso alle cure e il numero di strutture mediche si ridurranno notevolmente. Inoltre, le distanze da percorrere per raggiungere un ospedale saranno maggiori, quindi tenetene conto prima di allontanarvi dalle grandi città. L’assistenza sanitaria negli ospedali è di alta qualità, sarete assistiti da personale sanitario qualificato. Tuttavia, i costi ospedalieri in Australia sono molto elevati.
Senza un’assicurazione integrativa, ci si può ritrovare rapidamente a pagare molto denaro per accedere all’assistenza sanitaria, soprattutto negli ospedali privati. Gli ospedali pubblici sono di solito abbastanza pieni, quindi c’è sempre un’attesa per le cure. La maggior parte della popolazione australiana si rivolge agli ospedali pubblici perché la loro assicurazione sanitaria obbligatoria Medicare li copre.

Ospedali popolari in Australia

Il Royal Prince Alfred Hospital è il più grande ospedale di Sydney e il più rinomato in termini di qualità delle cure. È l’ospedale con il maggior numero di “pazienti pubblici” in Australia. Questi sono i pazienti che ricevono una copertura del 100% delle spese ospedaliere sostenute. L’ospedale è specializzato nella cura del cancro, nella maternità, nella reumatologia e nell’ortopedia.

L’Alfred University Hospital di Melbourne offre cure di qualità. Dispone dell’unità di terapia intensiva più grande ed efficiente d’Australia ed è specializzato in un’ampia gamma di aree mediche, tra cui oncologia, cardiologia, neurochirurgia e psichiatria. Gli interventi di trapianto polmonare sono frequenti in questa struttura grazie alla qualità delle sue attrezzature mediche all’avanguardia.

Il sistema di emergenza in Australia

Il numero di emergenza in Australia è 000. La gestione delle emergenze in Australia è abbastanza buona. Quando arrivate al pronto soccorso, un infermiere vi farà la diagnosi e, a seconda del grado di urgenza, sarete trattati più o meno rapidamente. I tempi di attesa sono più brevi nel settore privato che in quello pubblico. Per questo motivo vi consigliamo, in quanto espatriati, di stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale privata, poiché spesso hanno accordi con ospedali privati.

Come trattare il proprio figlio in Australia?

Il servizio pediatrico in Australia non è il migliore del mondo. In effetti, l’Australia ha meno di 1.000 pediatri in attività. Inoltre, questi pediatri sono raggruppati solo nelle grandi città. Trovare un pediatra al di fuori di una grande città può essere molto difficile. Se avete assolutamente bisogno di un pediatra, potete cercarne uno sui motori di ricerca dei fornitori di servizi sanitari australiani. Potete anche fare riferimento agli ospedali specializzati in cure pediatriche e consigliare i pediatri della vostra zona. Infine, potete chiedere alle infermiere, che di solito sanno quali sono i pediatri della vostra zona.

Consultazioni dentistiche in Australia

I dentisti in Australia sono liberi di praticare i prezzi che desiderano. Ciò significa che il prezzo varia a seconda del dentista, dello Stato in cui opera, ecc. ma in media gli interventi odontoiatrici costano molto di più che in altri Paesi.
Esempi di prezzi secondo gli espatriati:

  • Consultazione dentistica standard: $45
  • Scala: 250 dollari
  • Trattamento della carie permanente: $600 – $800

Vi consigliamo di stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale o una polizza assicurativa integrativa e di includere il rimborso delle spese dentistiche, perché possono rapidamente uscire dal vostro budget.

Esempi di costi medici in Australia

Questa tabella dà un’idea dei costi medi degli ospedali in Australia:

  • Ecografia: $100 – $1000 AUD
  • Analisi del sangue: $130 AUD
  • Ricovero ospedaliero: $1500 – $2500 AUD / giorno
  • Terapia intensiva : A partire da $4500 AUD
  • Visita medica: $90 AUD
  • Risonanza magnetica : $215 AUD

Farmacie in Australia

In Australia esistono tre principali catene di farmacie che potete visitare in caso di necessità:

  • Amcal ;
  • Priceline;
  • Terry White.

I farmacisti vi permetteranno di acquistare i farmaci anche senza prescrizione o nota del medico, se ritengono che ne abbiate bisogno. Sono anche quelli a cui ci si può rivolgere se si vuole che raccomandino un altro operatore o struttura sanitaria.

Maternità in Australia

Siete incinte e vi state chiedendo come funziona l’assistenza alla maternità in Australia? Vi spieghiamo come funziona il sistema di maternità in Australia.
Alcuni ospedali australiani dispongono di eccellenti strutture per la maternità, che praticano vari metodi di parto naturale come l’uso di bagni caldi, gas rilassanti e solo come ultima risorsa l’epidurale. Se si desidera partorire con l’epidurale, è necessario comunicarlo fin dall’inizio della gravidanza. Inoltre, il parto cesareo è ampiamente utilizzato in Australia e può essere facilmente proposto e suo marito potrà rimanere in sala parto durante l’operazione. In Australia, è necessario rivolgersi a un medico generico piuttosto che a un ginecologo.

In totale vi verranno offerte due ecografie ($150 – $200 AUD); potete anche richiedere un’ecografia 3D che è abbastanza comune in Australia, ma ha un costo ($500 AUD) e non è coperta dall’assicurazione. A queste ecografie si aggiungono gli esami del sangue, di solito due.

La scelta del settore pubblico o privato spetta a voi. Se siete assicurate con Medicare, sarete rimborsate solo se partorite in un ospedale pubblico. Con una polizza sanitaria internazionale come GoldExpat, avrete a disposizione molti ospedali privati convenzionati con il vostro assicuratore.

Vi verranno offerti corsi di parto tenuti da ostetriche dell’ospedale. Vi verrà offerta anche la fisioterapia gratuita per 6 mesi dopo il parto.

Il costo della gravidanza in Australia

Il costo di una gravidanza non complicata varia a seconda di molti fattori. Ecco alcuni esempi di costi medi per l’assistenza alla gravidanza in Australia:
Assistenza prenatale e visita medica/visita: $100 AUD
Ecografia prenatale: $200 AUD
Consegna naturale: $9000 AUD
Parto cesareo: $14.000 AUD

Assicurazione sanitaria per studenti OSHC in Australia

Se siete studenti e desiderate studiare in Australia, dovrete sottoscrivere l’OSHC (OverSeas Health Cover). Questa assicurazione è abbastanza simile a un piano di previdenza sociale di base, e copre l’assistenza sanitaria standard, come i ricoveri d’urgenza e le visite mediche. Ma i tassi di rimborso sono relativamente bassi.
Inoltre, non sono coperte le spese extra, il rimpatrio, la responsabilità civile e i medici specialisti. Infine, sarete coperti da questa assicurazione solo se sarete curati in istituzioni pubbliche. Per questo motivo si consiglia di stipulare un’assicurazione sanitaria per studenti, per essere coperti a tariffe migliori e soprattutto per essere coperti in caso di rimpatrio sanitario.

È necessario stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale per l’Australia?

Avete intenzione di espatriare in Australia e vi state chiedendo se sia il caso di stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale privata? La risposta è sì, soprattutto per l’Australia. Da un lato, qualsiasi visto per l’Australia richiede un’assicurazione sanitaria che copra l’intera durata del soggiorno. D’altra parte, per poter beneficiare del sistema universale Medicare, è necessario ottenere prima lo status di residente permanente. Il completamento della domanda di status di residente permanente richiede un minimo di tre mesi. Inoltre, una volta ottenuto lo status di residente permanente, dovrete comunque richiedere la copertura Medicare.
Ciò significa che, una volta arrivati qui, se non siete coperti da un’assicurazione sanitaria privata e dovete essere ricoverati in ospedale, dovrete pagare l’intero costo delle spese mediche. L’assistenza medica in Australia è di qualità eccellente, ma il suo costo è estremamente elevato. L’assicurazione sanitaria internazionale è necessaria e dovrebbe far parte del vostro piano di espatrio.

Quale assicurazione sanitaria devo acquistare quando mi trasferisco in Australia e per chi?

Qualunque sia il vostro profilo, avete bisogno di un’assicurazione sanitaria privata se volete ottenere un visto per andare in Australia.

  • Sei un lavoratore nomade o vuoi semplicemente andare in Australia per turismo? Qualunque sia la vostra motivazione, dovrete richiedere un visto turistico. Per ottenere questo visto, è obbligatorio acquistare un’assicurazione di viaggio che copra le spese mediche in Australia. La nostra assicurazione di viaggio Gold Nomad soddisfa tutti i requisiti per il vostro soggiorno in Australia.
  • Se desiderate recarvi in Australia con un WHP, è essenziale che stipuliate un’assicurazione sanitaria internazionale privata che vi permetterà di essere assistiti nel settore privato in caso di ricovero ospedaliero in Australia senza spendere una fortuna. Inoltre, vi consentirà di beneficiare del rimpatrio sanitario all’estero o nel vostro Paese d’origine in caso di grave ospedalizzazione. La nostra assicurazione GoldStart è adatta al vostro profilo e vi permetterà di godere appieno della vostra WHP senza preoccupazioni.
  • Se siete dipendenti espatriati con un visto Temporary Skill Shortage TSS (o visto 482) per l’Australia, vi offriamo un’assicurazione sanitaria per espatriati che vi coprirà per le spese sanitarie private e il rimpatrio medico se necessario all’estero e nel vostro Paese d’origine. La nostra assicurazione sanitaria consente di ottenere il visto TSS se si soddisfano gli altri requisiti.
  • Se siete pensionati, per qualsiasi visto per pensionati (visto per coniugi, visto per ricongiungimento familiare, visto per investitori, visto per sponsor o visto per pensionati) è obbligatorio stipulare un’assicurazione sanitaria per espatriati per convalidare il vostro visto.

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance