Tradizioni di Natale e Capodanno in tutto il mondo

Mondassur ti augura un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo 2020! Mondassur sarà sempre al tuo fianco durante tutto l’anno per aiutarti a confrontare la migliore assicurazione di viaggio e trovare un’assicurazione espatriati su misura per la tua situazione in tutto il mondo. Faremo un giro del mondo delle tradizioni delle vacanze, Natale e Capodanno.

Natale in tutto il mondo

San Nicola

San Nicola si celebra il 6 dicembre. L’antenato di Babbo Natale e santo patrono dei bambini piccoli era vescovo di una città in Asia Minore nel IV secolo. La leggenda narra che San Nicola resuscitò tre bambini piccoli che erano stati uccisi da un crudele macellaio.

Fuochi di Natale

Chiamato Hailhe di Nadau. Il principio degli incendi natalizi è che il 24 dicembre gli abitanti di un comune delle Landes o di un quartiere si riuniscono intorno al fuoco per un momento di condivisione di prelibatezze e bevande, suonando musica.

Omisoka in Giappone

Il 31 dicembre, se avete intenzione di viaggiare in Giappone,con l’avvicinarsi della mezzanotte, le campane dei templi buddisti cominciano a risuonare nel silenzio della notte.
Il buddismo insegna che l’uomo è tentato da 108 peccati come il desiderio, l’odio, la rabbia, la gelosia, la sfiducia, ecc. Siamo stati purificati da questi veleni spirituali alla fine dell’anno grazie ai 108 colpi della campana. 107 colpi sono suonati prima di mezzanotte e poi l’ultimo viene colpito all’inizio del nuovo anno, per significare che deve iniziare senza colorazione. Alcuni templi offrono ai visitatori di suonare il campanello una volta a persona.

A Cebu, Filippine

La festa si svolge con la famiglia per un buon pasto. Sul tavolo, filippini giacevano cesti di frutta, segni di prosperità per il prossimo anno. A mezzanotte, la famiglia si riunisce per guardare i fuochi d’artificio e fare più rumore possibile per allontanare gli spiriti maligni! Fuochi d’artificio, corna, rumori del motore, tutto è permesso di scacciare il cattivo incantesimo.

Le 12 uve in Spagna

Se avete scelto di trascorrere le vostre vacanze di Natale in Spagna,la tradizione impone di mangiare 12 uve il 31 dicembre, quando la mezzanotte suona: 1 per ogni campana per portarvi fortuna durante i 12 mesi dell’anno.

Ded Moroz (Russo Babbo Natale)

A mezzanotte, è champagne, fuochi d’artificio e soprattutto il tempo dei regali. Ded Moroz arriva con sua figlia: la bellissima “Snegourochka” per distribuire i regali.
E ‘sempre la ragazza che si prende cura della distribuzione perché suo padre è troppo vecchio per farlo!

Festival delle Lanterne Giganti, Filippine

Per Natale, la città di San Fernando organizza, ogni sabato prima della veglia, una gara di lanterne giganti a forma di stelle. Si suppone che rappresentino la stella di Betlelipsia.

La capra di Golle, Svezia

Se trascorri il Natale in Svezia,i regali di Natale non sono portati da Babbo Natale, ma dal Julbock, o capra di Natale. La vigilia di Natale, i bambini tessono piccole capre o capre con la paglia prima di lasciarle volare nel paese dei regali per riportarle indietro… In alcuni villaggi dei paesi scandinavi viene allestito un bouc de Govelle, una versione gigantesca del Julbock, al quale gli abitanti devono dare fuoco alla vigilia di Natale.

Krampus, Austria

In Austria e in alcune parti della Germania, il krampus, una creatura mitica con le corna, accompagna San Nicola. Il krampus punisce i bambini che si sono comportati male durante l’anno… È l’equivalente di Padre Fouettard.

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance