Intervista a Sylvain, blogger LesDeuxPiedsDehors

Mondassur ha incontrato Sylvain che ci offre la sua esperienza di viaggio e la Polinesia e il suo viaggio piuttosto insolito. Sylvain ha lanciato un blog Les Deux Pieds Dehors, ha viaggiato nel sud-est asiatico, ha scoperto Mayotte, la Nuova Caledonia e ora vive in Polinesia. Un viaggio fatto di belle scoperte con un blog in cui condivide con noi i suoi viaggi in giro per il mondo.

mondassur-insurance-a-letranger

Potresti presentare te stesso e il tuo background?

Mi chiamo Sylvain, ho 34 anni quando scrivo queste poche righe e vivo nella Polinesia Francese con mia moglie e mio figlio di 3 anni. Per quanto riguarda il mio passato, è un po’ disgiunto, si potrebbe dire. In poche parole, appassionato di geografia e scoperta fin da bambino, ho studiato naturalmente geografia e poi in pericoli naturali. Ho iniziato a lavorare in Nuova Caledonia, poi sull’isola di Mayotte. Ho poi viaggiato sud-est asiatico per un anno con mia moglie con zaino in spalla, una grande esperienza. Dopo un secondo ritorno a Mayotte per 2 anni, qui sono stato per quasi 4 anni nella Polinesia francese!

Cosa ti ha fatto viaggiare?

Penso che i fattori scatenanti dei primi viaggi siano stati i miei insegnanti di facoltà in quel momento. All’epoca andavo a scuola di geografia e i miei insegnanti mi insegnavano la geomorfologia e la geologia del mondo attraverso bellissime foto scattate durante il loro viaggio e il loro viaggio. È stato davvero bello vedere dove avrebbero potuto viaggiare. I miei primi viaggi, nel 2006, risalgono a questo tempo, quando ho scoperto con piacere le profondità della Norvegia con un amico o l’isola di Martinica con mia moglie!

Quali informazioni hai sul tuo blog?

Da metà 2017 ho aperto un blog di viaggi e fotografia, le mie due passioni nella vita. Mi piace molto aiutare le persone a viaggiare più spesso e guidarle nelle loro scelte. Ho parlato molto della Polinesia vivendo lì per alcuni anni, ma ho iniziato a scrivere parecchio, soprattutto durante il mio anno trascorso in Asia, e in particolare in Thailandia, Laos e Cambogia. Ho trascorso più di 3 mesi in Thailandia, 1 mese in Cambogia e mi è davvero piaciuto scoprire questa zona del mondo. Condivido i miei consigli per gli itinerari nei paesi, ma anche consigli pratici sui periodi migliori a seconda del paese e su come valutare il proprio budget in ciascuno di esso.

Come bilanci i viaggi e i lavori?

Devo dire che questa è una domanda difficile a cui rispondere e sto pensando di scrivere un articolo su questo argomento. Trova un equilibrio tra il tuo desiderio di viaggiare e scoprire il mondo e avere un lavoro fisso che permette (finanziariamente parlando) di vivere. Allo stato attuale delle cose, i miei studi precedenti mi hanno permesso di trovare un lavoro nel campo dei pericoli naturali. Nonostante il fatto che viaggi un po ‘nel mio lavoro attuale, soprattutto in Polinesia, devo dire che sono spesso a corto di viaggio. Molto spesso mi sento come se fossi bloccato con quei poveri cinque settimane di riposo. Non siamo riusciti a trovarti abbastanza velocemente! Ecco perché ho iniziato in questo blog di viaggio penso: cercando di riempire il vuoto che spesso sento dentro di me. Anche se non viaggio fisicamente tutto l’anno come alcune persone, mi sento come se fossi ancora immerso in questo mondo con il blog.

Qual è stata la differenza più grande tra viaggiare da soli e con la tua famiglia?

In effetti, se parlassi francamente, direi che non c’è una differenza così grande. Ho già viaggiato molto prima di avere mio figlio, 3 anni fa ed era fuori discussione che non avrei viaggiato quando era lì. Non era quindi troppo preoccupato che il mio piccolo volasse all’età di 2 mesi e una dozzina di volte nel suo primo anno, attraverso la Polinesia e l’Isola di Pasqua. Ora, viaggiare con un bambino costa di più, questa è una certezza, ma alla fine viaggiamo meglio, trovo, più lentamente, con calma, semplicemente ci adattiamo e ci prendiamo il nostro tempo…

Quale paese o viaggio ti ha impressionato maggiormente?

Dico spesso che uno dei viaggi più belli che ho avuto l’opportunità di fare è stato l’Islanda, in un momento in cui il paese non era ancora troppo sviluppato come è oggi. In termini di paesaggio, è un paese che ha molto da offrire. È difficile scegliere davvero, però. Per l’esperienza, l’anno scorso nel sud-est asiatico è stato superbo. Che dire dei 15 giorni trascorsi in profondità in Tanzania esplorando gli animali selvatici e l’isola di zanzibar? Come posso dimenticare l’isola del Madagascar che ho avuto l’opportunità di scoprire molte volte? Una popolazione accattivante, un paese bellissimo, che porta alle budella molto spesso…

Hai pensato di trasferirti lì?

E ‘stato un gioco da ragazzi per me avendo completato il mio tirocinio a Nouméa, Nuova Caledonia, per 7 mesi. Ero felice di scoprire la vita ai tropici, a 28 gradi all’anno. Vorrei poi continuare con due espatriati sull’isola di Mayotte per quasi 4 anni alla fine. Vivo in Polinesia da 4 anni, e parlare francamente il ritorno in Francia non mi rende troppo invidia!

Sei mai stato malato o avuto un incidente all’estero?

Sì, durante il mio viaggio nel sud-est asiatico, mi sono ammalato nella parte inferiore dell’isola di Sumatra, in Indonesia. Eravamo con mia moglie davvero non bene in una zona abbastanza remota dell’isola. Per fortuna, all’epoca avevamo un’assicurazione di viaggio privata e riuscimmo, dopo un primo rimpatrio all’ospedale più vicino, una batteria di prova, ecc., A essere rimpatriati a Parigi. Alla fine, dieci giorni di antibiotico per curare un parassita endemico in Malesia, ed eravamo di nuovo in piedi!

E infine, qual è il tuo motto di viaggio?

Prenditi il tuo tempo e goditi il momento: Carpe Diem… come si suol dire. Non ha senso correre e voler vedere tutto e fare tutto (come sentiamo molto in questo momento), preferisco momenti semplici, lontano dalla folla di turisti e autentici.

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance