La creazione di un’impresa in Francia da parte di uno straniero

Nel 2010 la popolazione francese aveva il 5,8% immigrati, che rappresentavano quasi quattro milioni di persone. Il desiderio di intraprendere attraversa le frontiere e molti espatriati stranieri vogliono avviare una propria attività in Francia. Nel nostro articolo intitolato “I paesi più vantaggiosi per avviare la propria attività”, abbiamo visto che, contrariamente alla credenza popolare, le fasi della creazione di imprese francesi sono facilitate. Tuttavia, al fine di ottimizzare la creazione e il successo della propria attività ci sono alcune procedure amministrative da seguire quando sei un immigrato.

lavoro-espatrio-assicurazione

Attività regolamentate

Prima di intraprendere l’attività, l’imprenditore straniero deve verificare di avere il diritto di praticare in Francia perché:

  • Alcune attività sono riservate ai cittadini francesi o dell’Unione europea
  • Alcune attività richiedono condizioni di diploma o esperienza lavorativa o autorizzazione amministrativa.

Una volta che l’appaltatore ha verificato che l’esercizio dell’attività è compatibile con il diritto francese, può affrontare le procedure amministrative.

Quali procedure per la creazione di una società francese da parte di uno straniero?

Ogni straniero può facilmente investire in una società francese, questo non richiede alcun approccio particolare. Tuttavia, se l’imprenditore straniero vuole esercitare un mandato sociale come partner e amministratore delegato o amministratore delegato, ciò richiede alcune procedure amministrative da seguire. Ci sono poi due casi di cifre:

1. Imprenditore straniero regolarmente residente in Francia e che desidera lavorare lì commercialmente, industrialmente o artigianalmente

Che tipo di visto per esercitare un mandato sociale?

Esistono quattro tipi di visti di residenza francesi compatibili con l’esercizio di un mandato sociale.

  • Una carta residente di 10 anni (molto complicata da ottenere)
  • Il visto commerciante (informazioni su questo visto)
  • Il visto di salvataggio privato e familiare (informazioni su questo visto)
  • Il visto di abilità e talento (informazioni su questo visto)

Tuttavia, non è necessario un visto se si è:

  • Nazionale dell’Unione europea o Islanda, Liechtenstein, Norvegia
  • Se possiedi già una carta residente
  • Se hai una carta residente algerina di 10 anni
  • Carta di soggiorno temporanea “vita privata e familiare”

Dove richiedere un visto?

Al fine di ottenere il visto, l’imprenditore dovrà contattare la prefettura del dipartimento in cui il creatore vuole iniziare la sua attività. Dovrà quindi compilare la domanda di permesso di soggiorno temporaneo. L’elenco dei documenti da divulgare è fornito secondo l’ordine del 12 settembre 2007.

2. Imprenditore di nazionalità straniera che non risieda in Francia e che desidera lavorare in ambito industriale, commerciale o artigianale

In questa situazione, l’imprenditore dovrà prima richiedere un visto di lunga durata con l’autorità diplomatica o consolare francese del suo paese di origine. Il suo progetto sarà quindi esaminato così come le sue risorse. Successivamente, entro due mesi dal suo arrivo in Francia, dovrà richiedere un permesso di soggiorno temporaneo con la menzione della sua attività.

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance