5 vantaggi di trasferirsi all’estero con la famiglia

Mentre ti avvicini al grande inizio, la pressione si fa sentire e le domande seguono nella testa dei genitori: “I miei figli si integreranno?”, “Come vivranno lontano dal resto della famiglia”, “Cosa succederà se la nostra vita non ci piacerà laggiù?

Assicurazione famiglia espatriata

È vero che non è un compito facile. Perché implica che ogni membro si adatti: nuova vita, nuovo paese, nuova cultura, nuovi amici e talvolta nuova lingua. Per realizzare questo progetto e renderlo un successo, saranno ovviamente necessarie discussioni, nonché una buona preparazione amministrativa, materiale e psicologica.

Naturalmente, alcune persone non mancheranno di giudicare questa decisione come inconscia, egoista, sconsiderata, e ti diranno della loro incomprensione. Il senso di colpa e i dubbi rallenteranno regolarmente (o addirittura rovineranno) la tua eccitazione, la tua gioia e la tua impazienza, durante i mesi prima della partenza. Per non parlare di alcune notti insonni e barrette di cioccolato inghiottite… 😉

Eppure … è sicuramente una delle migliori decisioni che avrai preso nella tua vita, sia per te che per i bambini. Perché ti aspetta una meravigliosa avventura (che non le impedirà di essere disseminata di insidie).

D’altra parte, si tende a pensare che trasferirsi all’estero da soli o due abbia più vantaggi che in compagnia: più pratico, più semplice, ecc. Durante la preparazione forse (meno scartoffie, nessuna ricerca per la scuola o l’asilo nido, il budget, ecc.), ma una volta lì…

Ecco 5 prove che il trasloco all’estero con la famiglia ha molti vantaggi. Un espatrio pluriennale consente di:

1- Rafforzare la famiglia

Di fronte a difficoltà e all’ignoto, gli umani tendono a cercare rifugio con i loro cari. “L’unità fa la forza” è un vero e proprio detto durante un espatrio: sfidando le prove della vita all’estero, i membri della stessa famiglia mostreranno più solidarietà tra loro che nella loro patria.
Niente come l’espatrio può rafforzare una famiglia: i legami si stringono, i segreti stanno diventando più comuni, i momenti condivisi sono più numerosi e i ricordi sono indimenticabili.

2- Integrazione più semplice e veloce

Lunga vita alla scuola! Grazie a lei, i nostri cari bambini piccoli faranno nuove amicizie e scopriranno che l’amicizia attraversa i confini. Ma una buona notizia, andrà anche a beneficio dei genitori. 😉
Per gli adulti, la scuola è davvero un magnifico pool di conoscenze e potenziali amici. I genitori che portano i loro figli in questa scuola hanno molto in comune con te: i bambini, il vicinato, le preoccupazioni e le attività. Gli argomenti di conversazione sono numerosi, il che semplifica l’approccio: compiti a casa, insegnanti, pidocchi, 😀
Non c’è niente di meglio che aspettare ore su una panchina (fino alla fine della partita Junior) per iniziare una conversazione con un altro “impiegato d’ufficio”: il tempo vola più veloce, non credi? 😉

3- Imparare una lingua molto più velocemente

L’apprendimento di una lingua straniera è un must in alcuni paesi e, di nuovo, è molto pratico essere in molti ad affrontare lo stesso “problema”.
Preparati mentalmente a far tagliare l’erba ai tuoi figli sotto i tuoi piedi: andare alla scuola locale o ai piccoli vicini, senza dimenticare il loro cervello meno rugoso e spugnoso del tuo, permetterà loro di impara alla velocità della luce.
Valorizzare per loro (“Parlo meglio della mamma”, “Papà, con il tuo accento, il gentiluomo non capisce niente”), stimolante e toccante per te: ognuno trova qualcosa da guadagnare e tu impari e impari la lingua locale più velocemente che se fossi espatriato da solo o in coppia.

4- Positività

Contrariamente alla credenza popolare, la vita all’estero non è sempre idilliaca: è regolarmente punteggiata e offuscata da momenti di dubbio e / o blues.
Da solo o anche in coppia, ti lasci più facilmente andare alla tristezza, al ciclomotore e al “pianto per il tuo destino”. Mentre con i bambini, devi alzarti in piedi e mostrare un atteggiamento positivo e superare la tua nostalgia di casa, soprattutto se i bambini erano inizialmente riluttanti a questo espatrio o vivevano la partenza a casa. straniero come uno sradicamento.
Sta a noi rassicurarli, dimostrare loro ogni giorno i meriti e i benefici dell’espatrio e farli desiderare l’integrazione: insistiamo sui lati positivi della loro nuova vita, ci congratuliamo con loro, noi incoraggiamo, li ammiriamo per la loro velocità e facilità di adattamento e, soprattutto, siamo pazienti.
Casualmente, così facendo, non abbiamo tempo di dispiacerci per noi stessi e impariamo a superare la nostalgia di casa e ad apprezzare i lati positivi di questa grande avventura familiare.

5- Scopri, scopri, scopri!

Continuazione logica del punto precedente, in modo che i nostri figli (e ovviamente noi) godano la loro vita all’estero, ci assicuriamo di rendere ogni giorno libero straordinario: visitiamo un nuovo posto, partecipiamo ad un’attività locale, assistiamo ad una festa tradizionale, incontriamo gente del posto, ecc.
Insomma non restiamo chiudi a casa: usciamo e facciamo ogni uscita un’avventura … mentre da soli, la tentazione è ottima di stare a casa, passare ore su Internet o davanti alla TV … e perdere molti delle cose!
In sintesi, partire per vivere all’estero con la tua tribù ha la sua parte di paure, sforzi e insidie, ma cari genitori, credetemi, se avete l’opportunità di vivere questa grande avventura, il “gioco” in ne vale la pena. 🙂

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance