Quantcast

Visti e salute in Thailandia

Hai scelto di andare in Thailandia, ricordarti di prendere un’assicurazione di viaggio o un’assicurazione espatriata per te e la tua famiglia. Te ne andrai con tranquillità. In effetti, possono sorgere rischi finanziari, sanitari e legali in qualsiasi momento. Le nostre assicurazioni ti consentono di risarcirli correttamente. Offriamo anche garanzie che coprono il rimpatrio, le spese di ricovero ospedaliero e la responsabilità civile. Ti permetteranno di essere coperto ovunque tu sia nel mondo!

Dal 2019, l’acquisto di un’assicurazione sanitaria privata in Thailandia è diventato obbligatorio per qualsiasi visto di tipo OA,cioè per chiunque abbia più di 50 anni. A seguito degli eventi pandemici e delle numerose bollette non pagate negli ospedali, il governo sta studiando la possibilità di imporre un’assicurazione a tutti i visitatori. Possiamo offrirti un’assicurazione per soddisfare i requisiti tailandesi, includendo anche garanzie di rimpatrio e cancellazione, che sono assolutamente necessarie in caso di incidente grave.
Mondassur ti accompagna nella scelta dell’assicurazione sanitaria internazionale. A seconda del tuo profilo, saremo in grado di offrirti diversi pacchetti assicurativi per studenti ed espatriati.
E buone notizie, le nostre assicurazioni ti garantiscono contro il rischio epidemico! Chiedici un preventivo gratuito per l’assicurazione online!

assurance-thailande

Regime politico: Dittatura, monarchia costituzionale
Capitale: Bangkok
Superficie: 513.120 kmq
Popolazione: 69,04 milioni
Lingue parlate: Tailandese
Valuta: Baht

Quale visto per la Thailandia?

A seconda della tua situazione, dovrai richiedere diversi tipi di visti per viaggiare in Thailandia. Abbiamo raccolto le informazioni generali per informarti nel miglior modo possibile. Tuttavia, vi invitiamo a consultare regolarmente il sito web delle autorità consolari al fine di essere all’altezza delle ultime novità. Inoltre, a causa della crisi del Coronavirus, è probabile che la procedura relativa al tuo ingresso nel territorio tailandese ne sia influenzata. Ti invitiamo a effettuare tutti i controlli necessari per il tuo viaggio sul sito web delle autorità consolari thailandesi.
Oltre a qualsiasi considerazione sul visto, è tua responsabilità verificare l’integrità del tuo passaporto e la sua validità per un periodo di almeno 6 mesi dalla data del tuo ingresso in Thailandia.

Posso viaggiare in Thailandia senza visto?

Finché sei in possesso di un passaporto francese, che è ancora valido per 6 mesi dalla data di ingresso nel territorio, e il tuo soggiorno lì non supera i 45 giorni, non hai l’obbligo di richiedere un visto. Tutto quello che devi fare è completare il programma Visa on Arrival (VOA).
Se viaggi, ti invitiamo a prendere un’assicurazione sanitaria, comprese le garanzie di rimpatrio e responsabilità civile. In effetti, in caso di incidente, è possibile che la piattaforma tecnica sia insufficiente o che ci si senti più a proprio agio con l’idea di ricevere cure in Francia. Offriamo un’assicurazione di viaggio per brevi perievie in grado di soddisfare queste esigenze e a tariffe particolarmente vantaggiose, indipendentemente dalla tua età. Non esitate a chiederci un preventivo o ulteriori informazioni.

In caso di soggiorno superiore a 30 giorni, è necessario richiedere un visto con le autorità consolari thailandesi in Francia. Il passaporto deve naturalmente essere valido per un periodo superiore a 6 mesi.
Nel 2015, la Thailandia ha introdotto un permesso di soggiorno multi-ingresso, che consente di effettuare diversi soggiorni fino a 60 giorni per ingresso.
A seconda della tua situazione, dovrai fornire diversi tipi di documenti per ottenere un visto valido.

Si prega di notare che qualsiasi domanda di visto deve essere presentata direttamente all’ambasciata tailandese in generale nella capitale del paese di origine.

Visti turistici per la Thailandia

La Thailandia emette due tipi di visti turistici:

– Il visto METV (Multi-Entry Tourist Visa) – sospeso in periodo COVID – questo visto è valido per 6 mesi e ti consente di effettuare diversi soggiorni in Thailandia durante questo periodo, ciascuno fino a 60 giorni.

– La STV (Special Tourist Visa), valida fino a settembre 2021, destinata ad accogliere viaggiatori di lungo periodo in tempi di Covid. Per qualificarti per questo visto, dovrai dimostrare l’assicurazione Covid con una copertura minima di 100.000 USD e in grado di coprire i costi correnti fino a 40.000 Baht e i costi di ricovero fino a 100.000 Baht. Questo deve essere valido per almeno 3 mesi all’arrivo.

Per tutte le domande di visto, è necessario presentare automaticamente una pagina informativo sul passaporto e un documento d’identità con foto ufficiale.

Offriamo le garanzie richieste dalle autorità thailandesi per l’ingresso nel paese. Non esitate a contattarci se desidera maggiori dettagli. Puoi anche fare un preventivo online per l’assicurazione per la Thailandia direttamente e gratuitamente, a questo indirizzo!

Quale visto per lavorare in Thailandia?

Non appena sei impiegato e lavori attivamente sul suolo tailandese, hai bisogno di un visto di lavoro B, nonché di un permesso di lavoro di almeno 6 mesi. Oltre a questi criteri, sarai considerato un lavoratore illegale e le sanzioni inflitte possono essere pesanti per te e il tuo datore di lavoro.
Per ottenere questo visto, dovrai presentare la lettera di lavoro dell’azienda che, da parte sua, dovrà prendere le misure necessarie per ottenere il permesso di lavoro. Sono necessari altri criteri, come la lettera di autorizzazione all’impiego da parte del governo o il registro delle imprese della società che ti impiega.
Una volta lì, dovrai comunque ritirare di persona il tuo permesso di lavoro presso l’Ufficio del lavoro.
Questo visto è valido per 90 giorni ma può essere rinnovato per un massimo di un anno. Sarà quindi necessario rinnovare il permesso di lavoro ogni anno.
Questo visto si applica anche se stai viaggiando in Thailandia come insegnante o come parte di una missione professionale. Fai attenzione, tuttavia, i documenti e i criteri necessari per soddisfare le condizioni per ottenere un visto ovviamente non sono gli stessi.
Se stai andando in missione umanitaria, dovrai optare per un visto per non immigrati O. Tra le altre cose, dovrai inviare una lettera di invito dall’organizzazione ospitante.

Quale visto per uno stage in Thailandia?

Infine, se il tuo obiettivo è quello di fare uno stage in Thailandia, è lo stesso visto del visto per studenti: il visto ED.

Come lavoratore temporaneo in Thailandia, ti verrà richiesto di fornire la prova del reddito minimo per viverci, nonché un piano di protezione della salute. In Mondassur, offriamo una gamma di assicurazioni di viaggio che corrisponderanno pienamente alle tue esigenze, indipendentemente dal tuo profilo e dalla tua situazione. Alcuni di essi consentono di beneficiare di una garanzia di responsabilità civile, proteggendoti così in caso di costi relativi a una controversia civile. Quindi non esitate a contattare uno dei nostri consulenti o a fare un preventivo gratuito online!

Quale visto studiare in Thailandia?

Chi non ha mai sognato di mescolare l’utile con il piacevole? Cosa c’è di meglio, per questo, che rivedere i piedi nel ventilatore di fronte a un’acqua azzurra?
È del tutto possibile! Grazie al visto ED, la Thailandia offre agli studenti stranieri l’opportunità di studiare localmente. Questo visto è valido per 3 mesi ed è rinnovabile in loco. Attenzione, però, a non andare in vacanza altrove: qualsiasi partenza dal territorio comporta la cancellazione automatica del visto!
Esistono diversi scenari:

– Stai andando in Thailandia per uno stage: per questo, il tirocinio deve essere obbligatorio come parte della tua formazione. Sarà quindi necessario fornire una lettera di invito da parte dell’organizzazione ospitante e del suo registro commerciale. Tutto questo deve ovviamente essere accompagnato dal contratto di tirocinio e da una lettera della scuola in Francia che specifichi i dettagli e la natura obbligatoria del tirocinio.
Questo visto è valido per 90 giorni e può essere esteso fino a un anno (per qualsiasi estensione oltre un tirocinio di 3 mesi, un modulo WP.3 deve essere fornito all’ufficio immigrazione in Thailandia).

– Vai in Thailandia per imparare il tailandese: avrai bisogno, tra le altre cose, della lettera di accettazione della scuola in cui stai andando, o della licenza della scuola.

– Andrai in Thailandia come parte di uno scambio universitario: avrai bisogno di alcuni documenti ufficiali, come una lettera di accettazione da parte dell’università ospitante. Il visto può essere rinnovato in loco al fine di superare il limite di 90 giorni.

Andando a studiare in Thailandia, stai per vivere una forte esperienza dall’altra parte del mondo. Per poter trarne il massimo beneficio, è necessario lasciare ben assicurati. In effetti, la copertura medica può proteggerti finanziariamente per eventuali spese mediche sostenute in loco, sia durante una semplice visita dal medico, sia in caso di incidente e ricovero in ospedale.
Le nostre assicurazioni per studenti si adattano alle tue esigenze e ti accompagnano per tutta la durata del tuo soggiorno. Chiedici un preventivo! È gratis!

Vivere in Thailandia: il visto

È del tutto possibile emigrare in Thailandia e stabilire la tua residenza principale lì. Tuttavia, occorre fare attenzione a soddisfare i criteri richiesti dalle autorità thailandesi.
Il permesso di soggiorno non scade mai. Conveniente, perché ti salva dal dover prolungare definitivamente il tuo soggiorno e ti consente di ottenere un lavoro più facilmente e acquistare una proprietà.
Inoltre, sa’ che dopo 5 anni di residenza permanente in Thailandia, e a condizione che tu padroneggia perfettamente la lingua, puoi richiedere la cittadinanza!

Per richiedere un visto di soggiorno permanente, dovrai dimostrare una residenza di tre anni consecutivi in Thailandia, come visto non immigrato. Ciò significa che avrai completato 3 estensioni consecutive di un anno del visto.
Dovrai anche dimostrare un permesso di lavoro valido, così come un reddito mensile di almeno 80.000 baht (circa 2150 € al mese). L’immigrazione è quindi ammissibile per uno dei seguenti motivi:

– Come investitore (giustificando un investimento in Thailandia dell’ordine di almeno 3 milioni di baht, cioè non meno di 80.000 euro)

– Come appaltatore o dipendente

– Per motivi familiari se si è in un’unione legale con una persona di nazionalità tailandese

– Come accademico o esperto nel tuo campo

– Andare in pensione

È quindi possibile rivolgersi all’ufficio immigrazione, una volta che la registrazione è ufficialmente aperta. Dovrai giustificare la tua volontà di stabilirti sul posto.
Una volta effettuata la richiesta, avrai un’estensione del soggiorno di 180 giorni, mentre la tua domanda viene esaminata.
Una volta che la domanda è stata esaminata, dovrai avere un colloquio con i funzionari dell’immigrazione, durante il quale determineranno la tua capacità di parlare la lingua e valutare le tue motivazioni.
Se la domanda viene accettata, dovrai pagare il permesso di soggiorno e quindi ottenere il libretto di soggiorno. Potrai indicare il tuo luogo di residenza per ricevere il tuo certificato e registrarti alla stazione di polizia della tua località per ricevere una carta d’identità di straniero. Questo dovrà essere rinnovato ogni anno.

Prezzo di un visto per la Thailandia

– METV: 150€
– Visto visitatore STV (fino a settembre 2021): 55€
– Non immigrato B (lavoro; affari; insegnamento): 60 €
– O non immigrato (missione umanitaria; famiglia thailandese; + 50 anni; Accompagnando un titolare B): 60 €
– ED non immigrata (stage; studi; scambio): da 60 €
– Permesso di soggiorno: contare 200 € tassa di elaborazione + circa 5000 € per pagare il permesso di soggiorno permanente

Vaccini e sicurezza in Thailandia

Vaccinazione in Thailandia

• Vaccins et certificats obligatoires : Aucun vaccins obligatoires n’est requis. De même que le certificat de vaccination contre la fièvre jaune n’est pas nécessaire. Bien que de nombreux virus ou maladies transmissibles circulent dans le pays, leur vaccination n’est pas obligatoire.
• Vaccins et certificats recommandés : être à jour sur le calendrier vaccinal au niveau de la DTP, les hépatites virales A et B, la coqueluche et pour les enfants sur tout, la rage et la rougeole. Si vous vous rendez en zones rurales, pensez à la vaccination contre l’encéphalite à tique.
• Maladies locales : Il n’y a pas de risque de paludisme dans le centre et dans les principales villes, la dengue en revanche, est en constante augmentation. Évitez le contact avec les animaux errants en zone rurales ou en villes. Bien faire attention aux conditions d’hygiènes des aliments et des boissons consommés. Les risques de maladies sexuellement transmissibles sont fréquentes, partout dans le pays : les hépatites, la syphilis; le sida.

Sicurezza in Thailandia

La Thaïlande possède l’un des taux d’accidents de la route les plus élevés au monde. Il est donc conseillé d’être particulièrement prudent lors de vos déplacements dans le pays. Voyager en 2 roues est à éviter, ce mode de circulation comprenant le plus gros taux d’accidents mortels.
La petite délinquance est légion en Thaïlande : vols à l’arrachée, arnaques, cambriolages, agressions nocturnes, voire même délinquance sexuelle. Nous vous conseillons la plus grande prudence ainsi que d’observer un comportement raisonnable. Afin de profiter de son séjour en Thaïlande, il est nécessaire de faire preuve d’un peu de méfiance, notamment à Bangkok.
L’état d’urgence a été déclaré dans le sud du pays et il est fortement déconseillé d’y séjourner.
La Thaïlande fait état des mêmes risques sanitaires que la plupart de ses voisins d’Asie du Sud-Est et nécessite aux voyageurs et expatriés de prendre quelques précautions. L’eau n’est PAS potable.

Altri consigli di viaggio per la Thailandia

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance