Visti e salute in Cina

La Cina è la seconda economia al mondo ed è la destinazione leader per gli espatriati in Asia. La Cina sta attraversando una triplice rivoluzione in termini economici, politici e sociali e ha suscitato interesse tra un gran numero di espatriati italiani. Tuttavia, qualunque siano le ragioni per venire in Cina, assicurazione di viaggio internazionale o assicurazione sanitaria espatriata per voi e la vostra famiglia è di primaria importanza. Scegli contratti con garanzie per il rimpatrio, il ricovero in ospedale, la responsabilità civile e altre spese mediche di emergenza.

Assicurazione Cina
  • Regime politico: Repubblica popolare
  • Capitale: Pechino
  • Superficie: 9.596.960 km²
  • Popolazione: 1.386 miliardi
  • Lingue parlate: mandarini

Visti Cina

Indipendentemente dalla tua nazionalità, è richiesto un visto per entrare in Cina (anche per i cittadini cinesi).
Per Hong Kong, i francesi non hanno bisogno di un visto per un soggiorno di meno di 90 giorni. Per i cittadini stranieri in Italia o le persone con un permesso di soggiorno, le formalità e le tariffe sono identiche alla Cina tranne il modulo di richiesta ufficiale del visto.
L’ingresso singolo o le iscrizioni multiple devono essere effettuate entro il periodo di validità del visto (cioè durante il periodo di 3 mesi dopo il visto viene registrato per i visti turistici o di lavoro regolari).

La tabella delle tariffe per i visti per la Cina è disponibile online.

Un elenco di documenti di base è valido per tutte le tue domande di visto. Ma altri documenti verranno aggiunti a seconda del tipo di visto richiesto. È disponibile sul sito web del Centro cinese per la richiesta di visto. Questo elenco include il passaporto originale e un certificato di residenza o di residenza regolare nel paese di origine.

Quando i visti sono divisi in due numeri (X1 e X2 per esempio), questo corrisponde alla durata consentita del soggiorno. I visti 1 consentono soggiorni inferiori a 180 giorni. Mentre i visti 2 corrispondono a soggiorni di più di 6 mesi.

Le procedure sono effettuate presso i centri visti e consolati, a seconda di dove si vive.

Soggiorni brevi

Scambi, visite, conferenze (visto F)

Questo visto richiede un invito da un’unità competente (azienda, amministrazione) o un individuo in Cina. Sarà necessario fornire l’identità di entrambe le parti e informazioni sulla vostra visita. Questi devono includere il motivo e le posizioni, la fonte di finanziamento e la durata del soggiorno. Le tariffe aeree e le prenotazioni alberghiere dovranno attestare la lunghezza e i luoghi di soggiorno.

Se questo viaggio è una tua responsabilità, dovrai anche fornire la prova della capacità finanziaria.

Turismo (visto L)

Questo visto è valido tre mesi dopo l’emissione e autorizza un soggiorno di 30 giorni sul territorio cinese.

Per ottenerlo è necessario fornire, oltre ai documenti di base, quelli elencati di seguito:

  • Una lettera di invito per una persona che risieda in Cina e/o prova della prenotazione dell’hotel per tutta la durata del soggiorno.
  • Un programma di visite. In genere è consigliabile farlo sotto forma di tabella per facilitarne la lettura (date e località).
  • Un certificato di assicurazione di viaggio per la Cina
  • Un certificato di lavoro o di studio in Italia.
  • Un certificato di risorse (record bancario negli ultimi 3 mesi)
  • Il tuo biglietto aereo di andata e ritorno (dimostrando la durata del tuo soggiorno)

Transito (visto G)

È possibile essere esenti per 72 ore a condizione di non lasciare la città in cui si trova l’aeroporto e dimostrare il transito. Questa esenzione si applica solo ad alcune città cinesi.

In caso di dubbi, optare per un visto di transito rimane la soluzione più sicura. Sarà quindi necessario aggiungere i seguenti documenti ai documenti di base:

  • Il biglietto aereo per il paese di destinazione con la data e il posto confermati.
  • Prenotazioni alberghiere o certificati di alloggio.

Questo visto è valido per 3 mesi e dura 7 giorni dal momento dell’ingresso.

A seconda del tempo di transito, il visto turistico può essere più adatto alle vostre esigenze.

Lavorare in Cina

Affari d’affari (visto M)

Il visto d’affari occupa all’incirca le stesse condizioni per ottenere il visto di scambio (visto F). Sarà quindi necessario inviare una lettera di invito dal vostro partner commerciale in Cina. La durata del vostro soggiorno sarà determinata da questa lettera ufficiale. Saranno incluse anche informazioni sullo scopo della vostra visita (lettera di missione).

Se questo viaggio è una tua responsabilità, dovrai anche fornire la prova della capacità finanziaria.

Le tariffe aeree e le prenotazioni alberghiere dovranno attestare la lunghezza e i luoghi di soggiorno.

Rappresentazione artistica o di lavoro (visto)

Per lavorare in Cina, è necessario presentare un permesso di lavoro rilasciato da un ente amministrativo cinese. Ci sono cinque tipi di permessi di lavoro. Il datore di lavoro dovrà quindi adottare le misure appropriate per il suo settore con le autorità cinesi.

Avrai 30 giorni dopo aver inserito il territorio cinese per richiedere il tuo permesso di soggiorno. Tu o il tuo datore di lavoro dovrete recidivarvi in un ufficio di pubblica sicurezza locale. Questo permesso corrisponderà alla durata del contratto di lavoro, per un minimo di 3 mesi a un massimo di 12 mesi.

Talento introdotto (visto R)

Questo visto si applica alle persone con talenti di alto livello (sport, artistico, scientifico) che dovrebbero lavorare in Cina. Ulteriori informazioni sono disponibili presso il Chinese Visa Application Center

Membro dell’equipaggio (visto C)

Questo visto si applica alle persone che lavorano su mezzi di trasporto internazionali (aeromobile, barca, treno). Non esitate a chiedere al vostro datore di lavoro per ulteriori informazioni su questo visto.

Anche i familiari che accompagnano l’equipaggio dipendono da questo visto.

Giornalismo (visto J1 o J2)

Per ottenere un visto di giornalismo, è necessario fornire una lettera di notifica del visto al momento della presentazione della domanda di visto. Questa lettera vi sarà stata emessa in anticipo dalla Direzione Stampa del Ministero degli Affari Esteri della Cina. Dovrai anche fornire una lettera ufficiale dell’organizzazione di notizie pertinente.

Ulteriori passi devono essere fatti presso il Consolato cinese o ambasciata. Quindi, consentire una scadenza per l’attuazione di questo visto e organizzarsi di conseguenza.

Studiare in Cina (visto X1 o X2)

Oltre ai documenti di base, vengono aggiunte l’originale e la fotocopia della notifica di ammissione emessa dalla scuola ospitante in Cina.

Lo studente avrà quindi 30 giorni dopo essere entrato nel territorio cinese per richiedere il suo permesso di soggiorno. Questa richiesta viene presentata agli enti locali di pubblica sicurezza. Il permesso permetterà allo studente di risiedere in Cina per tutta la durata dello studio per il quale è stato ammesso.

Affari privati

  • Ricongiungimento familiare (visto Q1 o Q2): Questo visto si applica ai familiari di un cittadino o residente permanente in Cina.
  • Visita in famiglia (visto S1 o S2): Questo visto si applica ai familiari di uno straniero con un visto di soggiorno in Cina. Per questi due visti, sarà richiesto un certificato di parentela con la persona che risieda in Cina. Può trattarsi di un certificato di matrimonio o di nascita o di un libretto di famiglia. Il membro della famiglia che vi accoglie in Cina deve anche fornirvi una lettera di invito. Questo includerà le informazioni personali delle persone interessate (ospiti o ospiti) così come le informazioni sul tuo soggiorno in Cina. Devono essere indicati il motivo della vostra visita, la durata, il luogo e la fonte di finanziamento per il soggiorno. Infine, il membro della famiglia residenti in Cina sarà tenuto a fornire una copia dei documenti d’identità e del permesso di soggiorno.

Diventare un residente permanente (visto D)

C’è un visto di residenza permanente per gli stranieri, rinnovabile ogni 10 anni. Per ottenerlo è necessario fornire l’originale e la fotocopia della lettera di conferma dello status di residente permanente rilasciata dal Ministero della Pubblica Sicurezza della Cina.

Entro 30 giorni dall’arrivo in Cina attraverso questo visto, vi sarà richiesto di richiedere la residenza. Questa richiesta viene presentata agli enti comunali di pubblica sicurezza.

Per ulteriori informazioni sulla richiesta di un visto, visitare il Centro per la richiesta di visto cinese.

Cosa devo fare dopo aver ottenuto il visto?

  • Una volta ottenuto il visto, assicurati che le date sul documento corrispondano alle date del tuo soggiorno. Se si supera la durata del soggiorno concesso dal visto, anche involontariamente, si dovrà pagare una multa fino a 50 a 500 euro.

Ho bisogno di un visto per andare a Hong Kong o Macao?

  • Se vai a Hong Kong o Macao direttamente dall’Italia non hai bisogno di un visto. Tuttavia, se si desidera viaggiare in Cina da una di queste destinazioni, è richiesto un visto. Per ottenerlo, dovrai presentare il tuo biglietto di ritorno, una prenotazione di hotel o un certificato di alloggio, nonché una prova dell’assicurazione. Maggiori informazioni sulle nostre offerte di assicurazione di viaggio per la Cina. L’ottenimento di un visto richiede circa quattro giorni.
  • Sarà richiesto un visto a doppia entrata se si desidera viaggiare dalla Cina a Hong Kong o Macao, e poi tornare in territorio cinese. Un visto a doppia entrata è valido per trenta giorni. La data di “entrare prima” sull’adesivo del visto è la seconda entrata nel territorio.

Attenzione: il tuo visto cinese non ti permette di viaggiare in Tibet. Per visitare questa regione, è necessario passare attraverso un tour operator cinese con una licenza governativa, che rilascerà un permesso di viaggio di gruppo per una guida.

Per i viaggiatori avventurosi, è meglio evitare aree di territorio cinese chiuse a stranieri e confini (compreso il confine sino-Pakistan).

Ambasciata italiana a Pechino
San Li Tun Dong Er Jie, Nr. 2
100600 Pechino
Tel: +86 10 8532.7600
Fax: +86 10 6532.4676
E-mail: amb.pechino@cert.esteri.it – amb.pechino.consolare@cert.esteri.it (Cancelleria Consolare) – amb.pechino.visti@cert.esteri.it (Settore Visti)

Ambasciata cinese a Roma
Via Bruxelles 56 – 00198 Roma
Tel: 06 85350118, 06 8413458
Fax: 06 8413467, 06 85352891

Vaccini e sicurezza in Cina

Vaccinazione

  • Vaccini e certificati obbligatori: Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto per i viaggiatori provenienti da un’area endemica. Il certificato HIV è obbligatorio per soggiorni di più di un anno.
  • Vaccini e certificati raccomandati: Per gli adulti, non dimenticare i vaccini contro il tetano, la poliomielite, l’epatite A e B, la febbre tifoide (per le malattie trasmesse attraverso alimenti e bevande) e per i gruppi a rischio: tubercolosi e rabbia (molto presente, soprattutto sud-ovest del paese). Per i bambini, non dimenticate i vaccini contro la diftheria, il tetano, la pertosse, la poliomielite, la tubercolosi, il morbillo, la parotite, la rosolia, l’epatite A e B, il tifo (lunga permanenza per i viaggiatori di 5 anni e più).
  • Malattie locali: malattie trasmesse dall’igiene alimentare e alimentare, nonché malattie trasmesse dalle zanzare (febbre dengue, malaria).

Sicurezza

  • La situazione sanitaria: La situazione sanitaria cinese non è ottimale, soprattutto nelle campagne. Si consiglia di lavare frutta e verdura e portare con voi i soliti antibiotici e farmaci. Proteggiti dalle zanzare (la malaria colpisce la provincia dello Yunnan e l’isola di Hainan) ed evita il contatto con animali selvatici o randagi.
  • Traffico stradale: l’importanza del traffico stradale nelle città spesso porta a incidenti. Si consiglia vivamente di stipulare un’assicurazione a tutti i rischi per proteggersi da controversie complesse e numerose in caso di lesioni. Fare attenzione al volante (presenza di animali e cattive condizioni stradali nel nord del paese). Anche evitare di guidare di notte. Nota anche: l’uso del GPS è vietato.
  • Rischi di tifone: Cina, Hong Kong e Macao sono regioni soggette a tifoni, che generalmente si verificano tra maggio e ottobre (una media di 10 tifoni si verificano ogni anno durante questo periodo). Il pubblico è tenuto informato in modo efficace in caso di allarme attraverso la radio e la televisione. È possibile scoprire il tempo sul sito web dell’Amministrazione Meteorologica Cinese www.cma.gov.cn (in inglese e cinese), e attraverso il sito web www.tv5.org.
  • Cosa fare in caso di terremoto? La Cina è una zona a rischio per l’attività sismica. In caso di terremoto, dirigiti verso uno spazio aperto lontano dagli edifici se sei fuori. All’interno, stare lontano dalle finestre e tutti gli oggetti che possono cadere o ribaltarsi (tavolo, mobili,…). Proteggiti sedendoti sotto un tavolo solido o stand sotto un telaio della porta.
  • Rapine e truffe: Prestare attenzione quando si viaggia in luoghi turistici e alle riunioni di festa. Il sito web del governo riporta anche casi di sollecitazione e incitamento al consumo: una persona giovane e anglofona si offre di visitare un ristorante ai fini dello scambio culturale. Con l’aiuto del ristoratore, si viene poi presentati con una nota esorbitante. In questo caso, puoi chiamare la polizia.

Rispetto dell’ordine pubblico:

  • Alcuni comportamenti possono comportare l’espulsione dal territorio o un soggiorno in detenzione.
  • Evitare alterchi e non ritrovarsi intossicati sulle strade pubbliche o partecipare a una dimostrazione.
  • È anche vietato andare nei luoghi di prostituzione e fare uso di droghe.
  • Prestare attenzione agli stabilimenti che frequenti in loco.

Assicurazione sanitaria in Cina

Perché accettare l’assicurazione sanitaria internazionale quando si viaggia o si risiede in Cina? Semplicemente perché la spesa sanitaria raggiunge rapidamente somme molto grandi all’estero. D’altra parte, l’assicurazione sanitaria è obbligatoria in Cina per poter essere coperta in un istituto pubblico o privato. D’altra parte, la garanzia di rimpatrio è un criterio essenziale. In caso di incidente grave, il rimpatrio medico è talvolta necessario al centro medico più vicino o al paese di residenza. A seconda di dove ci si trova al momento dell’incidente, e a seconda della prognosi medica, potrebbe essere necessario noleggiare un elicottero o un aereo medico.

Mondassur ti supporta nella scelta dell’assicurazione sanitaria internazionale aiutandoti a confrontare le diverse offerte sul mercato. A seconda del tuo profilo, saremo in grado di offrirti diversi pacchetti assicurativi per studenti ed espatriati.

Altri consigli di viaggio in Cina

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance