Trasferirsi in Portogallo: le pratiche burocratiche da svolgere

Sei interessato a un espatriato in Portogallo? Scopri quali documenti sono essenziali per la tua installazione. Confrontare con Mondassur i contratti di assicurazione sanitaria per il Portogallo.

ben-preparare-il-proprio-espatrio

Formalità amministrative di residenza in Portogallo

I cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea non hanno bisogno di un visto o di un permesso di soggiorno perstabilirsi in Portogallo. È sufficiente un passaporto o una carta d’identità valida.
Per soggiorni di più di 3 mesi,è necessario ottenere un certificato di registrazione dal municipio del vostro luogo di residenza (“Municipal di Camara”) al fine di regolarizzare il vostro soggiorno.

Per i cittadini europei, la carta di soggiorno per gli espatriati europei in Portogallo è chiamata “Certificado de registo de cidado da unio europeia”.

Per richiedere un “Certificado de registo de cidado da unio europeia” è necessario presentare la carta d’identità o il passaporto al municipio. Si consiglia di portare un certificato di nascita tradotto in portoghese. È necessario viaggiare di persona per ottenere questo documento. La procedura è a pagamento (Tariffe).

Vale a dire: ottenere un “Certificado de registo de cidado da unio europeia” è essenziale, vi verrà chiesto quando si registra la vostra auto. è possibile consultare una guida per ulteriori informazioni sull’importazione di un veicolo in Portogallo,

Oltre 5 anni consecutivi di espatriazione in Portogallo, si avrà la possibilità di richiedere un permesso di soggiorno permanente al servizio di stranieri e confini. I documenti da presentare al momento della domanda sono:

  • Una carta d’identità o un passaporto
  • Una lettera del datore di lavoro
  • 2 foto di identità recenti
  • Un documento di controllo dei precedenti penali
  • Prova dell’assicurazione malattia

Vengono rilasciati due tipi di permessi: una licenza valida per 90 giorni a un anno e un’altra valida per 5 anni rinnovabile fino a 10 anni.

Cassetta del riforno per un N.I.F.

Ogni residente portoghese ha un codice fiscale chiamato “NIF”. È necessario disporre di un codice fiscale per molte procedure amministrative, come l’apertura di un conto bancario o l’iscrizione agli abbonamenti telefonici.

Per ottenere un NIF, la domanda viene presentato presso l’ufficio delle imposte del luogo di residenza. Stai cercando un posto in cui vivere in Portogallo? Leggi l’articolo sui buoni piani e le insidie da evitare di trovare un alloggio in Portogallo. Se non si dispone di un luogo di residenza in Portogallo al momento della domanda, è possibile utilizzare l’indirizzo di un amico o avvocato presente nel paese. Ogni membro di una famiglia riceve un numero specifico.
Maggiori informazioni sui servizi fiscali in Portogallo sono disponibili sul portale finanziario ufficiale del Portogallo.

Formalità amministrative e regime fiscale in Portogallo

Il sistema fiscale portoghese è particolarmente interessante. Per beneficiare di questo piano, è necessario registrarsi entro il 31 marzo dell’anno successivo al vostro arrivo con le autorità fiscali. Per ulteriori informazioni sulla tassazione in Portogallo, è possibile leggere un articolo dedicato a questo argomento.

Il sistema fiscale per i “residenti non abituali” è dedicato alle persone che desiderano risiedere in Portogallo e che non sono state domiciliate in Portogallo negli ultimi 5 anni.

Questo piano è particolarmente popolare tra i pensionati. I pensionati che trascorrono più di 183 giorni all’anno in Portogallo con lo status di “residenti non abituali” sono esenti dall’imposta sul reddito sulle pensioni del settore privato.

Questo regime fiscale ha una validità di 10 anni consecutivi a partire dall’arrivo in Portogallo. Alla fine di questo periodo, si applicano le norme generali del sistema fiscale portoghese.

Collaboriamo con i più grandi assicuratori del mondo

AIG
V. VV
GAN
Chubb
Mondial assistance
allianz
LLOYD'S
Swisslife
AXA
Mutuaide assistance